Claudio Bartolini

Nato nel 1982, è critico e redattore del settimanale di cinema «Film Tv», collabora con le riviste «Nocturno» e «Antarès». Cura rassegne e cineforum in provincia di Milano. Ha pubblicato Il gotico padano. Dialogo con Pupi Avati (Le Mani, 2010), Nero Avati. Visioni dal set (Le Mani, 2011), Thriller italiano in cento film (Le Mani, 2011), Macchie solari. Il cinema di Armando Crispino (Bloodbuster, 2013). Suoi saggi sono apparsi nei volumi The Fincher Network. Fenomenologia di David Fincher (Bietti Heterotopia, 2011), «i»L’ossessione visiva. Il cinema di Ridley Scott«/i» (Historica Edizioni, 2012), Cinema senza fine. Un viaggio cinefilo attraverso 25 film (Mimesis, 2014). Ha scritto la prefazione per Fino all’ultima goccia. Tutto il cinema dei vampiri da Dracula a True Blood (Mimesis, 2014). Dal 2014 è direttore della collana di cinema Bietti Heterotopia.
George A. Romero. Appunti sull'autore
Regista, sceneggiatore, montatore e perfino attore, George A. Romero ha dedicato l’intera vita al cinema. Con film seminali come La notte dei morti viventi, Zombi e Diary of the Dead ha fissato i canoni di un tipo specifico di horror – lo zombie movie – che costantemente si rilancia in sempre nuove produzioni dell’industria culturale. Non solo in termini di titoli per il grande schermo, ma anche in forma di fumetti, videogiochi, serie tv e varie altre espressioni della cultura pop postmoderna: da Les Revenants a The Walking Dead, gli assunti teorici presupposti dalle pellicole di Romero, oggetto di culto [...]
Cartaceo
ISBN: 9788882483487
€ 12.00
Videocronenberg
La cellula di Cronenberg, che sia Toronto, o una famiglia, o una coppia di gemelli siamesi, una mosca o un apparecchio televisivo, è sempre stata una cosmopoli infetta e virale in cui né scienza né tecnologia, né tantomeno umanità, possono sperare di fermare il contagio. Figuriamoci prevenirlo. Si può solo constatarlo, registrarlo, al limite studiarlo prima di venirne, tutti nessuno escluso, inevitabilmente stravolti. Mutati. Il virus di Cronenberg agisce in piena postmodernità, alla luce del sole e ormai immune alla farmacopea classica; è cioè il suo stesso cinema, pastiche di alto e di basso, coito fra tradizione e sperimentazione, che [...]
Cartaceo
ISBN: 9788882482503
€ 19

riviste

Sono gli anni in cui la P.A.C. (Produzioni Atlas Consorziate), a un passo dalla chiusura, tenta gli ultimi colpi di coda commissionando action movie a getto continuo da destinare al mercato estero. Ad Aldo Lado toccano in rapida successione Alibi perfetto (1992), l’inedito Dark Friday (1993) e questo La chance che il regista – ancora scottato dall’esito sconcertante dello spy-giallo del ’92 – accetta a patto di poter intervenire sul copione. I produttori non oppongono resistenza, così Lado – anche executive producer e montatore non accreditato – recupera il vecchio trattamento Caino contro Caino, mai realizzato e imperniato sulla storia [...]
Tratto da Aldo Lado n 9/2019
Coralità e contemporaneità, queste le linee guida di un’opera che arriva al cuore della questione verdoniana, dopo che lo stesso autor-attore – con Grande, grosso e… Verdone (2008) – ha chiuso i conti con le strutture a episodi di titoli imperniati sul mattatore unico (o quasi), su situazioni al limite dell’astrazione, su topoi indelebili della propria vis tragicomica. Coralità, dunque, a beneficio di un andamento drammaturgico a più voci dove il protagonista – padre Carlo, di cui Verdone veste l’abito sacerdotale – diviene co-protagonista, giustapponendosi a figure che dallo sfondo avanzano verso la ribalta, condividendo con lui il proscenio. Sulla scia [...]
Tratto da Carlo Verdone n 12/2019
Dopo avere raggiunto la quintessenza della materia di cui è fatto il proprio horror nel testo più metafisico e inconscio del suo cinema (Le streghe di Salem), Rob Zombie torna a rovistare nel fango e nelle viscere, nel sangue e nei liquami con una nuova incursione nella violenza più estrema e spietata. Il suo è un reboot concettuale, una ripartenza per un discorso ludico molto simile a quello di La casa dei 1000 corpi – con clown assassini a ridare vita a un nuovo circo degli orrori – ma poggiato su consapevolezze profondamente mutate, evolute. Al momento della prima edizione [...]
Tratto da Rob Zombie n 1/2015

Best seller

Autobiografia involontaria
Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti [...]

Articoli più letti