Ilaria Floreano

Ilaria Floreano è nata a Desio nel 1984. Ha lavorato come redattrice per Sky Cinema e ClassLife Tv e come producer per agenzie di comunicazione milanesi. Collabora con le riviste «Film Tv», «Nocturno», «Antarès» e con il sito farefilm.it. Dopo Concerto per macchina da presa (edito da Bietti Heterotopia nel 2011) ha pubblicato Ciak, mi sposo! (GIV, 2014). Ha in corso di pubblicazione un testo sul rapporto con il cinema dell’opera pittorica di Edward Hopper e il libro a quattro mani Amori fatali (in collaborazione con Massimo Zanichelli per la casa editrice Le Mani). Dal 2011 lavora come traduttrice per la collana Bietti Heterotopia, di cui nel 2014 è diventata co-curatrice ed editor. Nel 2015 da un suo soggetto è stato tratto il cortometraggio Non senza di me, diretto da Brando De Sica e presentato al Festival del Cinema Italiano visto da Milano e ai Leoni di Cannes 2015.
Volevo dipingere la luce del sole. Vita di Edward Hopper tra pittura e cinema
Nighthawks, Morning Sun, Gas: sono tre dei quadri più conosciuti di Edward Hopper, considerato con Pollock il fondatore dell’arte americana. Le immagini di Hopper, apparentemente “semplici”, hanno contribuito a cesellare una precisa idea di America: infinita, solitaria e perturbante. Volevo dipingere la luce del sole è una biografia umana e artistica, arricchita da una ricognizione dei film che la evocano e da un inserto che mostra la vicinanza formale tra quadri e fotogrammi: per descrivere vita e opere di Hopper e come i registi più diversi – da Hitchcock a Wenders, da Cronenberg a Lynch – l’abbiano reinterpretato.
Cartaceo
ISBN: 9788882483463
€ 20.00
Ebook
ISBN: 9788882483760
€ 8.99
Béla Tarr. Il tempo del dopo
Da Nido familiare (1979) a Il cavallo di Torino (2011) – dichiarato dal regista il suo ultimo film – Béla Tarr ha forgiato un universo cinematografico innervato da un’inesausta tensione esplorativa. Dopo il fallimento dell’Ungheria socialista, analizzata attraverso lunghi primi piani e riprese febbrili, la riflessione si fa metafisica, abbraccia la dimensione umana della storia e trova nel piano sequenza la sua rappresentazione ideale. Nella prima monografia francese dedicata al cineasta ungherese, tradotta per la prima volta in italiano, Rancière indaga con una prosa immediata e vitale, dal punto di vista formale oltre che drammaturgico, le sequenze più esaustive di [...]
Cartaceo
ISBN: 9788882483272
€ 14
Ebook
ISBN:
€ 5.99
Kill Bill Diary

Kill Bill Diary

David Carradine
2011, pp. 280 Traduzione di: Ilaria FloreanoPrefazione di: Giona A. Nazzaro
Questo diario di David Carradine, come tutti i libri utili, si può leggere in molti modi. Autobiografia di una ex star al tramonto che sogna il riscatto, come making of di un capolavoro, reportage sugli aspetti meno noti e appariscenti della macchina cinema, ma anche thesaurus di curiosità e spigolature intime dal cuore dello spettacolo hollywoodiano. Persino, infine, come un ritratto trasversale di Quentin Tarantino.
Cartaceo
ISBN: 9788882482442
€ 24
Ebook
ISBN: 9788882482442E
€ 6.99
Concerto per macchina da presa. Musica e suono nel cinema di Krzysztof Kieslowski
Nel costruire un suo personale viaggio all’interno dell’universo cinematografico di Krzysztof Kieslowski, l’autrice si concentra – come testimonia anche la presenza preziosa di uno scritto di Krzysztof Piesiewicz, sceneggiatore di fiducia del grande regista polacco – sulla drammaturgia sonora e musicale, "mostrata" attraverso la peculiare collaborazione del maestro polacco con il compositore Zbigniew Preisner e quella che sembra essere la loro riuscita più compiuta e insieme più teorica: Tre colori: Film Blu.
Cartaceo
ISBN: 9788882482404
€ 22

riviste

Biancaneve che canta tutto il giorno, Cenerentola col suo corteo di topini adoranti, Aurora dai biondi capelli: le principesse del primo ventennio di fiabe Disney, si sa, sono stucchevoli (come le voci italiane scelte per doppiarle quando cantano). Al punto che, nel 2007, in Shrek 3 la Dreamworks le “vendica”, per contrappasso caricaturale, facendone irascibili guerriere ninja. Se quest’ultima rielaborazione assume sfumature femministe (le principesse sono indipendenti, fanno squadra, se ne fregano di Principe Azzurro, un irrimediabile cretino pure mammone), il trattamento disneyano potrebbe apparire – al netto delle considerazioni sulla struttura archetipica dei personaggi fiabeschi – piuttosto misogino: Biancaneve, [...]
Tratto da Walt Disney – Il mago di Hollywood n 10/2015
A lungo si è creduto che il punto di fuga del quadro Las Meninas di Diego Velázquez (1656) fosse il riflesso nello specchio del re di Spagna Filippo IV, committente dell’opera, e della sua consorte Marianna. Lo specchio è posto alle spalle dell’Infanta Margherita, che occhieggia nella direzione dello spettatore. Tutto fa pensare che Velázquez, autoritratto sulla sinistra, stia realizzando, sulla grande tela che emerge dal bordo, un ritratto dei Reali più tradizionale di quanto non sia invece Las Meninas (il quale, nonostante il titolo e il posizionamento dei personaggi protagonisti, proprio un ritratto dei Reali doveva e voleva essere). [...]
Tratto da Modernità occulta – Le radici simboliche delle arti contemporanee n 5/2013
Fisicamente, «Edward Hopper sembra fatto per il mito, come Lincoln: testa magnifica, ampiamente e superbamente calva, quasi geologicamente sopravvissuta. Occhi azzurri fermi e profondi, che ti fissano volentieri, salvo scivolare via dopo aver raccolto le informazioni necessarie. Bocca vasta e generosa, unita a un naso tondo da due pieghe profonde e mobili. Guance quadrate chiuse su un mento quadrato e ben definito». Così il critico e amico Brian O’Doherty descrive l’artista, nato il 22 luglio 1882 a Nyack, sul fiume Hudson, da Garret ed Elizabeth – rispettivamente un commerciante di origine olandese, letterato frustrato e amante di Michel de Montaigne, [...]
Tratto da America! America? – Sguardi sull’Impero antimoderno n 6/2014

Best seller

Stato civile. Un'autobiografia
Come il Mishima delle Confessioni di una maschera, prima di accedere alla maturità, Pierre Drieu La Rochelle avverte l’urgenza di chiudere [...]

Articoli più letti