BLOG


Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
«Prodigio iconologico di persistenza e soprattutto di resilienza senza precedenti», come viene definita da Philip Larkin nella poesia celebrativa per il Giubileo d’Argento del 1977, la Regina Elisabetta II si appresta com’è noto a celebrare nel 2022, prima tra i sovrani britannici, il Giubileo di Platino, cioè il settantesimo anniversario della sua ascesa al trono d’Inghilterra. Tra i tanti e importanti motivi di distinzione che riguardano la monarca inglese rispetto agli altri regnanti del presente e del passato, tuttavia, il volume di Anna Maria Pasetti ne mette a fuoco uno: quello del «peculiare rapporto tra la sovrana britannica e la sua [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
La Corona britannica ha sempre ispirato fiabe e leggende fatte proprie da cinema e televisione. È in quest’ottica che nasce il libro di Anna Maria Pasetti, Dio salvi la Regina!, uscito il 20 gennaio per Bietti edizioni, proponendosi di analizzare l’iconologia legata alla regina Elisabetta attraverso un percorso a tappe delle principali opere, di finzione e non, che l’hanno vista protagonista e hanno contribuito a consolidare l’immaginario collettivo che le corrisponde. L’iconografia legata ad Elisabetta si è tramutata nel tempo, assorbendo evoluzioni e rivoluzioni storiche, politiche e sociali, facendo della sovrana un simbolo di sé stessa, plasmato a sua immagine [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
In attesa dei 70 anni di regno che si celebreranno il 6 febbraio, il libro di Anna Maria Pasetti pubblicato da Bietti Fotogrammi ci racconta il mito della regina Elisabetta II, dal cinema alla televisione, dai documentari alle opere di finzione. Con un’intervista esclusiva a Stephen Frears, regista di The Queen. “Un mito è una biforcazione in un ramo di un immenso albero. Per capirlo occorre avere una qualche percezione dell'intero albero e di un alto numero delle biforcazioni che vi si celano.” È una frase tratto dal saggio L’ ardore di Roberto Calasso.  E, ça va sans dire, Elisabetta II rappresenta un mito [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
La tv salvi la Regina 6 febbraio 1952, re Giorgio VI moriva. E l’amata figlia Lilibet gli succedeva all’età di 25 anni. Iniziava l’era di Elisabetta II, anche se l’incoronazione sarebbe avvenuta più di un anno dopo, il 2 giugno 1953. Significa che per lei, The Queen, scatta in questi giorni il giubileo di platino, con celebrazioni che raggiungeranno il culmine a maggio 2022. Si dice che saranno fastose e indimenticabili. Questo però è anche un momento di grande fragilità per la sovrana. Per via dell’età, per la recente perdita del compagno e sostegno di una vita Filippo, e per via [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
Stanno tutti aspettando trepidanti il 70mo anniversario del suo regno, tirandogliela anche un po’, ma Her Royal Highness Elizabeth II non si scompone più di tanto. Non lo ha fatto al funerale dell’uomo che ha amato tutta la vita, non sarà certo un mal di schiena a farle paura, come successo ultimamente. È senza dubbio ancora oggi una delle personalità più influenti del pianeta, senz’altro la più affascinante, per il suo essere un’entità fuori dal tempo. Una regina, a cui un intero regno che è sempre stato al passo con i tempi continua a guardare come a un faro, forse ancora di più [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
Queen/Seen Her Majesty’s a pretty nice girl But she doesn’t have a lot to say. Her Majesty’s a pretty nice girl But she changes from day to day. Quando The Beatles pubblicarono il loro penultimo album, Abbey Road nel 1969, compariva una sorpresa alla fine del disco che, come da elenco delle tracce segnalato sul retro della cover, si concludeva con un track titolato The End. Ma con un po’ di pazienza, e lasciando scorrere la puntina nella scanalatura del LP per 14 secondi, si rimaneva spiazzati da un accordo in Re maggiore che introduceva un pezzo bonus segreto. Si trattava della canzone più corta [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
In uscita il 20 gennaio 2022, edito da Bietti, il libro 'Dio salvi la regina: Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà di Anna Maria Pasetti. Un excursus nell'immaginario audiovisivo di Elisabetta II, da The Queen a The Crown, da Sorrentino fino a Peppa Pig. Elisabetta II festeggerà il suo settantesimo anniversario di Regno il 6 febbraio. Nel corso degli anni, il cinema e le serie televisive, documentari e fiction, la hanno descritta in innumerevoli modi. Il volume della giornalista Pasetti indaga per l'appunto l’iconologia audiovisiva legata a Elisabetta II, che merita attenzione per la sua valenza di Segno, unico e irripetibile, capace di legare Icona e [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
Il 6 febbraio 1952 la successione al trono, e che settant'anni dopo non abbia alcuna voglia di mollarlo ce lo assicura uno che The Queen la conosce bene, Stephen Frears: "Sta lì da trecento anni, perché mai dovrebbe? (ride) Dalla sua incoronazione ha preso il ruolo molto seriamente, e in più sappiamo che considera suo figlio Carlo un mezzo idiota. Abdicare a lui sarebbe molto irresponsabile, dal suo punto di vista". Il celebre regista inglese, intervistato ad hoc, è la ciliegina sulla torta di Dio salvi la Regina! ovvero Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà, scritto con gusto e acume da Anna [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
“La regina Elisabetta è come la Mona Lisa: istantaneamente riconoscibile eppure sfuggente e per sempre sconosciuta”. Non lo dico io, lo ha detto Roger Michell, il bravo regista di Notting Hill e autore di Elizabeth, un documentario sulla sovrana, finito di girare appena prima di morire nel settembre scorso e che dovrebbe uscire quest’anno, carico di inedito materiale di repertorio sul lunghissimo regno della madre di Carlo e dello sciagurato Andrea, suocera di Diana e Camilla, nonna di William e Harry, bisnonna di George o Archie o comunque la vogliate definire, in base alla vasta e burrascosa parentela. Tutto, nel mondo, [...]
Dio salvi la Regina! Elisabetta II sovrana di iconologia tra fiction e realtà
L'opera di Anna Maria Pasetti (Bietti editore) è un libro sottile come una fettina di bacon e denso come un pudding con al centro un sogno, ma soprattutto un segno, da decifrare, scorporare, con la S maiuscola Tradizione e sovversione, mistero e incanto, immobilità e movimento, creatrice e interprete della propria icona. In una parola, anzi due o tre: Elisabetta II, regina d’Inghilterra e la sua rappresentazione visiva di cinema e tv. Ding! Helen Mirren? Esatto. Ding! Claire Foy e Olivia Colman? Esatto. Ma non solo. Scavate gente, scavate. Ad aiutarvi ci pensa Sua Maestà Anna Maria Pasetti con Dio salvi la regina! (Bietti editore). Libercolo sottile come una fettina di bacon e [...]

Ultimi post dal blog

Abbandono, tragica ossessione, perdita e torbide relazioni. Aveva questa voce, cupa e caliginosa, il repertorio tematico dell’opera crudamente innovativa di Rainer Werner Fassbinder; questo il fil rouge del linguaggio espressivo di uno dei più grandi esponenti del Nuovo Cinema tedesco degli anni ’80. Ad omaggiare il lavoro del regista bavarese, scomparso il 10 giugno di quarant’anni fa, l’intelligenza di Maria Mirani, cantante e chitarrista delle Viadellironia. In «Rainer Werner Fassbinder. Una luce dal di dentro», volumetto edito da Bietti edizioni nella collana digitale Fotogrammi, la musicista bresciana si lancia all’inseguimento delle coordinate eufoniche tracciate dal cineasta durante la sua attività. La [...]
Il libro Le tourbillon de la vie. Il cinema di Valeria Bruni Tedeschi di Benedetta Pallavidino viene presentato domenica nell'ambito di un'iniziativa particolare relativa alla mostra "Un set alla moda". La scrittrice, insieme al critico cinematografico Roberto Lasagna e a Micaela Picasso dell'Accademia della Moda Alessandria, sarà guida speciale per l'esposizione a Palazzo Cuttica. Al termine, presenterà il libro. L'incontro è promosso da Visioni_47 e dal circolo del cinema Adelio Ferrero di Alessandria. La mostra "Un set alla moda" è promossa dalla Regione Piemonte e organizzata dall'azienda CulturAle Costruire Insieme, con il coordinamento scientifico del Museo Nazionale del Cinema di Torino e [...]
A quattordici anni dal suo debutto sugli scaffali, Kill Baby Kill! Il cinema di Mario Bava (Bietti, pagg. 420, euro 22) ritorna in libreria grazie a Bietti, arricchendo di nuovi e interessanti contributi la già vasta schiera di saggi e testimonianze che, citando i curatori del volume Gabriele Acerbo e Roberto Pisoni, "ci hanno aiutato a ricostruire il ritratto di un artista formidabile che non smetteremo mai di amare", come dimostra l'affettuosa presentazione di Joe Dante, secondo cui i film "affascinanti e unici" di Bava "sono una parte piccola, ma piuttosto importante della cultura italiana, e mi sorprende che non [...]

Ultime uscite

François Ozon

François Ozon

Inland n. 2/2016
Il secondo numero di INLAND è il primo volume dedicato in Italia a François Ozon. Regista tra i generi, firma sfuggente all’etichetta d’autore, nei suoi film Ozon fa riverberare echi [...]
Fiume Diciannove - Il Fuoco sacro della Città di Vita
1919-2019. Un secolo fa Gabriele d’Annunzio entrava in Fiume d’Italia, dando vita a quella che sarebbe stata una rivoluzione durata cinquecento giorni. Un’atmosfera febbricitante e festosa, ma anzitutto sacra, qui [...]
Aldo Lado

Aldo Lado

Inland n. 9/2019
Quello che stringete tra le mani è il numero più complesso, stratificato, polisemantico del nostro – vostro – INLAND. Quaderni di cinema. Lo è innanzitutto grazie al parco autori, mai [...]
Dylan Dog - Nostro orrore quotidiano
Detective dell’Occulto, Indagatore dell’Incubo, Esploratore di Pluriversi: come definire altrimenti Dylan Dog, dal 1986 residente al n. 7 della londinese Craven Road? Le sue avventure – che affrontano tutti gli [...]
Dino Buzzati - Nostro fantastico quotidiano
Vi sono autori, come disse una volta Conan Doyle, che «hanno varcato una porta magica». Tra questi spicca Dino Buzzati, che ha condotto il fantastico nel cuore pulsante della materia. [...]
William Lustig

William Lustig

Inland n. 13/2020
Gennaio 2015, riunone di redazione: si discute a proposito della nascita di INLAND. Quaderni di cinema. A chi dedicare i primi tre numeri? Idee tante, unanimità poca. Restano quattro progetti, [...]
Jorge Luis Borges - Il Bibliotecario di Babele
Jorge Luis Borges è un autore oceanico, un crocevia di esperienze, storie, civiltà e piani dell’essere, un caleido­scopio nel quale il passato si fa futuro e il futuro si rispecchia [...]
Antonio Bido

Antonio Bido

Inland n. 11/2019
Girata la boa del decimo numero, INLAND. Quaderni di cinema compie altri due significativi passi in avanti. Innanzitutto ottiene il passaporto. A rilasciarlo è stato il Paradies Film Festival di Jena [...]
Carlo & Enrico Vanzina

Carlo & Enrico Vanzina

Inland n. 7/2018
INLAND. Quaderni di cinema numero #7 nasce nell’ormai lontano dicembre 2017, in un bar di Milano dove, di fronte al sottoscritto, siede Rocco Moccagatta, firma di punta di tutto quel [...]
Lav Diaz

Lav Diaz

Inland n. 3/2017
È da tempo che noi di INLAND pensiamo a una monografia dedicata a Lav Diaz. Doveva essere il numero #1, l’avevamo poi annunciato come #2, l’abbiamo rimandato in entrambe le [...]
Manetti Bros.

Manetti Bros.

Inland n. 14/2022
Febbraio 2020. Inland. Quaderni di cinema numero #13 va in stampa con una nuova veste. Brossura, dorso rigido, grammatura della copertina aumentata. Il numero è dedicato a William Lustig, alfiere [...]
Lune d'Acciaio - I miti della fantascienza
Considerata da un punto di vista non solo letterario, la fantascienza può assumere oggi la funzione un tempo ricoperta dai miti. I viaggi nello spazio profondo, le avventure in galassie [...]
Rob Zombie

Rob Zombie

Inland n. 1/2015
Con la parola inland si intende letteralmente ciò che è all’interno. Nel suo capolavoro INLAND EMPIRE, David Lynch ha esteso la semantica terminologica a una dimensione più concettuale, espansa e [...]
Pupi Avati

Pupi Avati

Inland n. 10/2019
Numero #10. Stiamo diventando grandi. Era da tempo che pensavamo a come festeggiare adeguatamente questa ricorrenza tonda, questo traguardo tagliato in un crescendo di sperimentazioni editoriali, collaborazioni, pubblicazioni sempre più [...]
Sergio Martino

Sergio Martino

Inland n. 5/2017
Giunto al quinto numero, INLAND. Quaderni di cinema affronta uno snodo cruciale, fatto di significative ed emblematiche svolte che segnano uno scarto, un’apertura rispetto alla precedente linea editoriale. Innanzitutto la scelta del [...]
Carlo Verdone

Carlo Verdone

Inland n. 12/2019
"Vi ho chiesto di mettere la mia moto Honda Nighthawk in copertina perché su quella moto c'è passato il cinema italiano. Su quella moto io sono andato e tornato da [...]
Rob Zombie Reloaded

Rob Zombie Reloaded

Inland n. 8/2019
Giunto all’ottavo fascicolo, INLAND. Quaderni di cinema riavvolge per un attimo la pellicola della sua breve ma significativa storia, tornando a percorrere i passi compiuti nel 2015 quando aveva aperto [...]
America! America? - Sguardi sull'Impero antimoderno
L’impero statunitense ha sempre generato nella cultura italiana reazioni contrastanti, che spaziano da un’esaltazione semi-isterica a una condanna a priori, altrettanto paranoica. Sembra sia pressoché impossibile, per chi si confronta [...]
Walt Disney - Il mago di Hollywood
«Credo che dopo una tempesta venga l’arcobaleno: che la tempesta sia il prezzo dell’arcobaleno. La gente ha bisogno dell’arcobaleno e ne ho bisogno anch’io, e perciò glielo do». Solo un [...]
4-4-2 - Calciatori, tifosi, uomini
Nel calcio s’intrecciano oggi le linee di forza del nostro tempo; talvolta vi si palesano le sue fratture, i suoi non-detti. Ecco perché il quattordicesimo fascicolo di «Antarès» è dedicato [...]
Nicolas Winding Refn

Nicolas Winding Refn

Inland n. 4/2017
Perché Nicolas Winding Refn? La risposta è semplice: perché, piaccia o no, è un autore che, più di altri, oggi ha qualcosa da dire. Sebbene sempre più distante dalle logiche [...]
Michele Soavi

Michele Soavi

Inland n. 6/2018
Il nuovo corso di INLAND. Quaderni di cinema, inaugurato dal numero #5, dedicato a Sergio Martino, è contraddistinto da aperture al cinema italiano, al passato, a trattazioni che possano anche [...]