Sebastiano Fusco

Sebastiano Fusco, giornalista e scrittore, nelle sue esplorazioni culturali percorre territori in genere poco frequentati. Da decenni cerca di penetrare la personalità di Lovecraft, ma dispera che l’esistenza terrena gli sia bastevole al compito. Confida nell’altra.
Io non sono leggenda
«Amante dell’Insolito e Scriba dei Miracoli» (come recitava il suo biglietto da visita), Jacques Bergier è un personaggio leggendario. Alcuni, addirittura, sostengono sia un viaggiatore venuto da fuori, in transito sul nostro pianeta, in attesa di tornare alla sua lontana galassia. Esploratore degli spazi infiniti, cosmonauta dello spazio interiore, nel 1960 ha fatto splendere con Louis Pauwels Il mattino dei maghi. Ha scritto parecchio: guerra segreta, fantascienza, fantapolitica, realismo fantastico... Ma c’è un argomento che non ha mai affrontato: se stesso, l’infanzia a Odessa, il girovagare per l’Europa... Della vita ha conosciuto il meglio e il peggio: la povertà, la [...]
Cartaceo
ISBN: 9788882484217
€ 20.00

riviste

La critica letteraria «ufficiale» italiana ripete di frequente a orecchio l’affermazione di Orson Welles, secondo cui i racconti di fantascienza sarebbero «le fiabe del nostro tempo». Poiché è notissimo il rapporto tra fiaba e mito, potrebbe essere logico il sillogismo «Fantascienza = Fiaba; Fiaba = trasposizione del Mito; Fantascienza = Mito». Nel nostro Paese, di questa opinione è stato soprattutto Sergio Solmi, che sin dal lontano 1953, nel saggio Divagazioni sulla science fiction, l’utopia e il tempo, scriveva che una science fiction «bene intesa» avrebbe potuto assolvere sul piano letterario alla funzione di «reintegrare mito e favola al corpo della [...]
Tratto da Lune d’Acciaio – I miti della fantascienza n 9/2015
Il destino talvolta gioca le sue partite su una scacchiera insolita e muove imprevedibili pedine. Con l’avvento dell’illuminismo, con l’imporsi della cosiddetta “dea ragione” germinata nel sangue della barbara e immonda rivoluzione francese, con il prevalere del rozzo positivismo ottocentesco spuntato come una muffa nei maleodoranti gabinetti di chimica degli atenei tedeschi, lo splendore del pensiero magico s’era perso nel mondo, la voce stessa del divino risuonava soltanto fra i banchi di legno unto di chiese decrepite frequentate da vecchie beghine. C’era stata, sì, qualche voce isolata che aveva tentato di far rivivere la sapienza antica. Louis-Claude de Saint-Martin, il [...]
Tratto da Modernità occulta – Le radici simboliche delle arti contemporanee n 5/2013
«Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?» chiede la perfida regina Grimilde al suo magico strumento. Lo specchio aveva sempre risposto: «Sei tu». Ma stavolta, con malcelata soddisfazione, inaspettatamente la gela: «È Biancaneve». Comincia così una delle più famose – se non la più famosa – tra le fiabe di tutti i tempi. Perché Biancaneve era diventata la più bella? Perché nel frattempo aveva incontrato il Principe Azzurro e se n’era innamorata. Trasfigurata dall’amore, aveva superato in bellezza la matrigna. A questo punto, per diventare la più bella, non le resta altra via che uccidere [...]
Tratto da Walt Disney – Il mago di Hollywood n 10/2015

Best seller

Autobiografia involontaria
Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti [...]

Articoli più letti