Alain de Benoist

Alain de Benoist (1943) è tra le figure più importanti e discusse del panorama culturale contemporaneo. Ha all’attivo oltre cento volumi, senza contare gli articoli, tradotti in tutto il mondo. I suoi interessi spaziano dalla filosofia alla storia della cultura, con particolare attenzione al pensiero politico. Viene comunemente considerato il “maestro” della Nuova Destra francese, da cui da tempo si è distaccato, seguendo un personalissimo percorso intellettuale. Ha fondato riviste come «Nouvelle Ecole», «Krisis», e diretto il GRECE (Gruppo di ricerca e studi per la civiltà europea). Tra i suoi ultimi libri tradotti in italiano ricordiamo Il trattato transatlantico (Arianna, 2015), Identità e comunità (Guida, 2015) e Il valore delle religioni (Idrovolante, 2016).
Minima moralia. Per un'etica delle virtù
Non si è mai dato così tanto valore alla morale come da quando la morale ha perso ogni valore. In una società retta da utilitarismo e materialismo, risuonano continui richiami all’etica. Un paradosso solo apparente. Dall’ingresso nella modernità, la morale è stata fondata sul darwinismo o sull’utile, su precetti scientifici o religiosi, su astratti imperativi categorici o sommari buonismi - che però non riescono a frenare un immoralismo diffuso. Come sbrogliare la matassa? Come chiarire in modo convincente una morale che sembra sottrarsi a ogni definizione? In questo libro, il filosofo e politologo Alain de Benoist ripercorre e rilegge idee [...]
Cartaceo
pp. 130
ISBN: 9788882483791
€ 14.00

Best seller

Stato civile. Un'autobiografia
Come il Mishima delle Confessioni di una maschera, prima di accedere alla maturità, Pierre Drieu La Rochelle avverte l’urgenza di chiudere [...]

Articoli più letti