ultime uscite

Magical Cinema Tour
Se si nominano i Beatles, vengono subito in mente le loro canzoni, di rado i loro film. Eppure il rapporto della band con la Settima Arte non solo è stato ricco e fecondo, ma a volte ha stimolato la loro stessa produzione musicale. Ne sono un esempio le canzoni A Hard Day’s Night e Help!, che forse non esisterebbero se non fossero state scritte apposta per il film di cui sono la title-track. Questo saggio colma un vuoto nella sterminata bibliografia beatlesiana, al cui interno pochissimi libri raccontano il multiforme legame dei Beatles con il grande [...]
L'invettiva
«Dopo ventun anni, tre settenni, hai finito, presi a dirmi, ti sei finalmente liberato da quegli ipocriti, dai tuoi capi, i cosiddetti superiori, quelli che hanno fatto della società consortile un abominevole luogo della paura e dello sfruttamento, mi dissi, [...]
7 chiavi per Ennio Morricone
«Io, di interviste a mio marito, ne ho sentite tante. Ma una così bella, mai». Così disse Maria Travia a Francesco Castelnuovo al termine dell’intervista che questi aveva appena fatto a suo marito, Ennio Morricone, nel gennaio 2016, a poche ore [...]

Riviste / blog

Dylan Dog - Nostro orrore quotidiano
Detective dell’Occulto, Indagatore dell’Incubo, Esploratore di Pluriversi: come definire altrimenti Dylan Dog, dal 1986 residente al n. 7 della londinese Craven Road? Le sue avventure – che affrontano tutti gli archetipi letterari propri al racconto del mistero, del sovrannaturale e del poliziesco – hanno riempito l’immaginario di almeno due generazioni, conducendo i lettori “ai confini della realtà”. Un personaggio che crede ai sogni e ai presagi, scettico senza essere cinico, démodé e contrario alle diavolerie tecniche, avverso a ogni conformismo e impolitico – questo il Dylan “classico”, affrontato nelle pagine di «Antarès», con dossier e approfondimenti.
Quando si parla di grandi case di produzione americane specializzate nel cinema d'animazione, i nomi che vengono subito in mente sono quelli della Disney e della Pixar. In particolare quest'ultima (che dal 2006 appartiene proprio alla Walt Disney), che sin dal primo lungometraggio, «Toy Story», ha sempre suscitato grande interesse nella critica, ottenuto consensi spesso unanimi, portando alla nascita di tanti studi e analisi relative ai capolavori realizzati. Forse anche per questo, la sua “rivale”, la DreamWorks Animation, non ha avuto sempre la giusta attenzione: la collana Bietti Heterotopia (specializzata in ottimi libri sul [...]
Edgar Reitz è uno dei registi più rappresentativi del cinema tedesco contemporaneo, tra i creatori del “Manifesto di Oberhausen”, il Nuovo Cinema Tedesco (1962) di cui Reitz è uno dei massimi esponenti insieme a Kluge, Fassbinder, Herzog, Wenders (solo per citare i più conosciuti). Raccontare Reitz è raccontare una parte di storia del cinema tedesco e contemporaneamente, grazie alla sua serie ' il ciclo di Heimat', è il modo di ripercorrere tramite i ricordi, gli affetti, il concetto del tempo e il rapporto tra campagna e città, tutta la storia della Germania del Novecento. Impresa tanto complicata quanto affascinante di [...]

La nostra rete

video

Super8 – Gianni Canova presenta “DIVI DUCI GUITTI PAPI CAIMANI”

Best seller

Articoli piu' letti