ultime uscite

Noah Baumbach. Crisi & misfatti
Molti narratori non ancora affermati si sono sentiti consigliare di raccontare solo ciò che conoscono. Si dà il caso però che molti veri narratori ottengano grandi risultati senza spostarsi dal salotto di casa: Salgari non superò mai il tratto Verona-Torino, ma nessuno lo direbbe leggendo le avventure del suo Sandokan. Noah Baumbach, allo stesso modo, di rado si è mosso da New York, ma guardando a sé è riuscito a raccontare le crisi della sua generazione meglio di tanti altri. Figlio artistico di Woody Allen e della scena americana nineties, ha reso divertenti e toccanti strappi familiari e accidentati percorsi identitari, [...]

Riviste / blog

Gli ultimi Samurai - Anime e manga, fiabe dall'era atomica
È il 1978 quando le tv italiane vengono invase dai cartoni animati giapponesi: storie di robot giganti figli dell’era atomica e orfanelle che vivono in un passato dimenticato. Presto si uniranno maghette e artisti marziali, in una ventata di modernità che scioccherà famiglie e istituzioni. Oltre quarant’anni dopo, la passione per anime e manga continua. Altro che moda passeggera, figlia di conflitti generazionali: cambiano autori, stili e tecniche, ma questi prodotti continuano ad affascinare. Un successo da ricercare forse nella sintesi di mitologie ancestrali e immaginario contemporaneo.
Non sono pochi gli autori che una volta raggiunti fama e successo hanno incoraggiato la diffusione in dvd del loro primo film (lungometraggio o cortometraggio, fiction o documentario) girato spesso a livello amatoriale e senza un budget e in alcuni casi sparito e poi ritrovato. Non si può dire lo stesso per Paolo Sorrentino a proposito del suo Dragoncelli di fuoco, opera prima del 1994, un mediometraggio indipendente di 55 minuti. Non solo l’autore de La grande bellezza non si è preoccupato di farlo conoscere ai suoi numerosi fans e non solo, ma il film è stato e continua [...]
L’autore, critico e storico del cinema, propone un’interessante riflessione sul cinema afroamericano contemporaneo come atto politico di resistenza in uno scenario dove la questione razziale è riesplosa con violenza dopo l’omicidio di George Floyd, ucciso dalla polizia a Minneapolis (Minnesota) il 25 maggio 2021. Con riferimenti al pensiero critico di alcuni intellettuali neri (William E. B. Du Bois, Amiri Baraka, Ta-Nehisi Coates, D. Scott Miller), Gresleri analizza Get Out e Us di Jordan Peele e Sorry to Bother You di Boots Riley inserendoli nella corrente afrosurrealista, movimento culturale che utilizza l’eccesso, la finzione e la distorsione del reale per criticare il [...]

La nostra rete

video

A Italia ’90 avevo otto anni

Kind of Blue. Barry Jenkins, variazioni sul corpo afroamericano

Best seller

Articoli piu' letti