Il Domenicano bianco

Il Domenicano bianco

Gustav Meyrink
2012, pp. 290 A cura di: Gianfranco de TurrisTraduzione di: Julius EvolaPrefazione di: Gianfranco de Turris

In una cittadina dai tratti misteriosi, Cristoforo è chiamato dalla singolare figura del Domenicano bianco a portare a compimento il lavoro dei suoi avi; si trova così catapultato in una dimensione sovrannaturale dell’esistenza, nella quale i confini tra sogno e realtà sono dissolti. In una cornice dalle forti cariche espressioniste, la sua missione lo condurrà a lottare contro la Testa della Medusa, simbolo della pseudospiritualità moderna, per riaffermare una concezione eroica e spirituale dell’esistenza. L’Archeometro presenta uno dei classici della letteratura esoterica di tutti i tempi, in una nuova edizione annotata e accompagnata da un’appendice dedicata alla dimensione iniziatica della scrittura di Gustav Meyrink.

Cartaceo
ISBN: 9788882482732
€ 19
Ebook
ISBN: 9788882483616
€ 7.99

Testi affini

Io non sono leggenda
«Amante dell’Insolito e Scriba dei Miracoli» (come recitava il suo biglietto da visita), Jacques Bergier è un personaggio leggendario. Alcuni, [...]

Best seller

Autobiografia involontaria
Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti [...]

Articoli più letti