Inland

Carlo Verdone

Carlo Verdone

Inland n. 12/2019
"Vi ho chiesto di mettere la mia moto Honda Nighthawk in copertina perché su quella moto c'è passato il cinema italiano. Su quella moto io sono andato e tornato da ogni mio set, in barba alle assicurazioni del film, perché quando vado in moto dopo una giornata di lavoro la mente si libera, la fatica scompare, ripenso a quello che ho fatto, invento quello che farò". Così Carlo Verdone ha accolto, quasi commosso, questo numero #12 di INLAND. Quaderni di cinema dedicato alla sua intera carriera e presentato in anteprima al Festival Presente Italiano di Pistoia, con cui Bietti Edizioni [...]
Antonio Bido

Antonio Bido

Inland n. 11/2019
Girata la boa del decimo numero, INLAND. Quaderni di cinema compie altri due significativi passi in avanti. Innanzitutto ottiene il passaporto. A rilasciarlo è stato il Paradies Film Festival di Jena (Germania) che, grazie all’entusiasmo e al piglio filologico del suo direttore Leonhard Elias Lemke, ha deciso di adottare la nostra testata come strumento-guida alla retrospettiva dedicata ad Antonio Bido dal 12 al 16 giugno 2019. Il ventaglio delle collaborazioni di qualità si espande, a conferma di come la buona editoria possa e debba essere prima di tutto un lavoro di squadra in cui convogliare competenze, sensibilità e percorsi differenti, ma sempre [...]
Aldo Lado

Aldo Lado

Inland n. 9/2019
Quello che stringete tra le mani è il numero più complesso, stratificato, polisemantico del nostro – vostro – INLAND. Quaderni di cinema. Lo è innanzitutto grazie al parco autori, mai così vasto (27 penne) ed eterogeneo (per formazione, stile e provenienza) nella breve ma non brevissima storia di questi fascicoli monografici. Lo è poi nel numero dei saggi ospitati (ben 29), che affrontano la materia secondo le direttrici più disparate ed eccentriche, andando a comporre una ragnatela di senso/i fitta e compiuta. Lo è, infine, in funzione della materia trattata, appunto, ovvero un autore nel senso più pieno e letterale [...]
Rob Zombie Reloaded

Rob Zombie Reloaded

Inland n. 8/2019
Giunto all’ottavo fascicolo, INLAND. Quaderni di cinema riavvolge per un attimo la pellicola della sua breve ma significativa storia, tornando a percorrere i passi compiuti nel 2015 quando aveva aperto i battenti proponendo Rob Zombie come prima uscita. E visto che l’8 è per natura (doppiamente) circolare, ecco l’occasione ideale per un primo, significativo reload. Che nasce dalla contemporanea uscita del 32esimo volume targato Bietti Heterotopia – la collana madre, da cui tutto è partito e a cui tutto quel che si fa a bottega, sempre, torna – e firmato da un autentico fuoriclasse della saggistica internazionale. Antonio José Navarro, [...]
Carlo & Enrico Vanzina

Carlo & Enrico Vanzina

Inland n. 7/2018
INLAND. Quaderni di cinema numero #7 nasce nell’ormai lontano dicembre 2017, in un bar di Milano dove, di fronte al sottoscritto, siede Rocco Moccagatta, firma di punta di tutto quel ramo della critica italiana scevro da pregiudizi nei confronti degli studi sul cinema popolare nostrano. Parliamo a lungo di un’idea, che a dire il vero in casa Bietti io e Ilaria Floreano rimasticavamo da anni, senza tuttavia riuscire a trovare il giusto modus per trasformarla in pagine: un libro su Carlo ed Enrico Vanzina che possa (im)porsi come pietra miliare in un discorso (a)critico e obiettivo su due tra gli [...]
Michele Soavi

Michele Soavi

Inland n. 6/2018
Il nuovo corso di INLAND. Quaderni di cinema, inaugurato dal numero #5, dedicato a Sergio Martino, è contraddistinto da aperture al cinema italiano, al passato, a trattazioni che possano anche sconfinare dai focus su registi chiave dell’immaginario contemporaneo internazionale, per imbucarsi tra le pieghe meno esplorate della nostra settima arte. Sia chiaro: non per questo non torneremo a guardare oltreconfine – in testa ci frullano idee su Pablo Larraín, Christian Petzold e Ulrich Seidl, per esempio – ma l’esigenza che ha guidato questa sesta pubblicazione ci ha di nuovo indirizzati al cinema popolare italiano. Merito anche di FI PI LI Horror [...]
Sergio Martino

Sergio Martino

Inland n. 5/2017
Giunto al quinto numero, INLAND. Quaderni di cinema affronta uno snodo cruciale, fatto di significative ed emblematiche svolte che segnano uno scarto, un’apertura rispetto alla precedente linea editoriale. Innanzitutto la scelta del regista da sottoporre allo sguardo monografico – ma prismatico – dei nostri fascicoli è in netta controtendenza nei confronti dei quattro (s)oggetti d’indagine che l’hanno preceduta: controtendenza cronologica, in quanto Sergio Martino ha raggiunto lo zenit della sua produzione artistica negli anni Settanta e Ottanta (ed è la prima volta che INLAND esce dall’alveo della ricerca sul cinema contemporaneo); contenutistica e d’immaginario, poiché l’autore di Tutti i colori del buio si [...]
Nicolas Winding Refn

Nicolas Winding Refn

Inland n. 4/2017
Perché Nicolas Winding Refn? La risposta è semplice: perché, piaccia o no, è un autore che, più di altri, oggi ha qualcosa da dire. Sebbene sempre più distante dalle logiche di mercato e dai bisogni narrativi del grande pubblico, è una mente capace di intercettare e introiettare le istanze e le pratiche basilari dell’immaginario audiovisivo contemporaneo (e prossimo venturo) offrendo testi complessi capaci di racchiudere al loro interno cartografie citazioniste, divagazioni nel videoclip e spaccati di videoarte, intrecciandoli alle grandi narrazioni archetipiche e ai primordiali viaggi di (anti)eroi.
Lav Diaz

Lav Diaz

Inland n. 3/2017
È da tempo che noi di INLAND pensiamo a una monografia dedicata a Lav Diaz. Doveva essere il numero #1, l’avevamo poi annunciato come #2, l’abbiamo rimandato in entrambe le occasioni. Semplicemente, sembrava non essere facile mettersi a scrivere di questo regista, sia per noi che per i nostri collaboratori. Forse il timore era di confrontarsi con un cinema di cui il mito (non solo legato alle lunghe durate dei film) predomina sul rapporto reale tra lo spettatore e un’opera chiacchierata ben prima (e più) che vista: la patina da togliere era spessa, e proporzionale all’impegno da metterci nel levarla. [...]
François Ozon

François Ozon

Inland n. 2/2016
Il secondo numero di INLAND è il primo volume dedicato in Italia a François Ozon. Regista tra i generi, firma sfuggente all’etichetta d’autore, nei suoi film Ozon fa riverberare echi di Fassbinder e Hitchcock, Resnais e Bergman, Minnelli e Walt Disney: questi i referenti di una filmografia che abita con piglio sfacciato e annoiata nonchalance il mondo della cinefilia; di un cinema obliquo, libero, fluido, queer qui affrontato con passione, rilanciando e approfondendo il pensiero portato avanti negli anni dalla rivista Spietati.it.