Giorgio Ballario

Giornalista, lavora a «La Stampa». Ha pubblicato cinque romanzi (Morire è un attimo, Una donna di troppo, Il volo della cicala, Le rose di Axum e Nero Tav), la biografia Vita spericolata di Albert Spaggiari e diversi racconti in antologie. È fondatore e presidente dell’associazione di scrittori Torinoir.

riviste

«Stavo in ufficio, il contratto d’affitto era scaduto e McKelvey voleva ricorrere al tribunale per sfrattarmi. Era una giornata infernale e il condizionatore d’aria era rotto. Sul piano della scrivania stava camminando lentamente una mosca. Allungai un braccio, abbattei il palmo aperto della mano e la spedii all’altro mondo. Mentre mi pulivo la mano sulla gamba destra dei pantaloni, squillò il telefono.»(1) Comincia così, con un perfetto incipit hard-boiled in stile anni Trenta o Quaranta, Pulp, l’ultimo romanzo di Charles Bukowski, uscito nel 1994. Di più: l’ultima opera del vecchio Hank, che fra l’altro di romanzi ne ha scritti pochi [...]
Tratto da Charles Bukowski – Tutti dicevano che era un bastardo n 11/2016

Best seller

Autobiografia involontaria
Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti [...]

Articoli più letti