Pseudobiblia. Libri che non esistono

Pseudobiblia. Libri che non esistono

Gianfranco de Turris & Sebastiano Fusco
2020, pp. 108

Se è vero, come diceva Jorge Luis Borges, che l’universo è un’immensa Biblioteca (e lo è, senza ombra di dubbio), allora ripercorrere le vicende dei libri equivale a gettarsi nel suo mistero. Ma il volumetto che avete tra le mani si occupa di testi molto particolari, dal Libro di Thoth al Corpus Hermeticum, dai “grimori” ai “libri maledetti”, dal Necronomicon agli immaginifici pseudobiblia del già citato Bibliotecario di Buenos Aires, dal Trattato dei Tre Impostori alle Stanze di Dzyan. In bilico tra l’esistenza e la non-esistenza, sono testi che spesso appaiono e scompaiono altrettanto repentinamente, riaffiorando dopo lunghi periodi di oblio in edizioni introvabili, misteriose citazioni, glosse e oscuri marginalia. Messi al bando dalle religioni organizzate e temuti dal potere costituito, residui di biblioteche incendiate o perdute, riportati su cataloghi trafugati o nascosti in città sommerse dalle acque, hanno un loro destino, che spesso si confonde con quello umano, nel volgere dei secoli e delle civiltà.

Ebook
ISBN: 9788882484552
€ 1.99
Cartaceo
ISBN:
€ 4.99

Testi affini

L'invettiva
«Dopo ventun anni, tre settenni, hai finito, presi a dirmi, ti sei finalmente liberato da quegli ipocriti, dai tuoi capi, [...]

Best seller

Autobiografia involontaria
Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti [...]

Articoli più letti