Filippo Mazzarella

riviste

Consigliato da un contabile ex seminarista, Luciano Baietti è un piccolo imprenditore che nel giorno del matrimonio con la madre dei suoi due figli scompare. Circa vent’anni dopo, divenuto uno dei più importanti immobiliaristi d’Italia grazie a una rete di potere costruita su sopraffazioni, ricatti, società fantasma a scatole cinesi e camarille con la classe politica, l’uomo è alla vigilia delle seconde nozze con una borghesaccia della Roma-bene; e rientra in contatto sia con la prima moglie, sempre cocciutamente innamorata di lui e pronta a perdonargli ogni porcheria, sia con il figlio minore Baldo, impacciato studente del DAMS che sogna [...]
Tratto da Pupi Avati n 10/2019
Sgombriamo il campo con una premessa, doverosa e (abbastanza) sintetica. Nella breve storia del cinema di fantascienza italiano, genere poco frequentato dai nostri cineasti per evidenti limiti intrinseci (culturali, tecnologici e soprattutto economici), i titoli di sci-fi “pura” (nel senso di space opera) sono pochissimi. Se nel 1958 La morte viene dallo spazio di Paolo Heusch sembra aprire un filone, per la quasi totalità del decennio successivo la bandiera viene tenuta alta dal solo Antonio Margheriti, che con Space Men (1960), il non meno affascinante Il pianeta degli uomini spenti (1961) e il sorprendente tour de force della “quadrilogia Gamma [...]
Tratto da Aldo Lado n 9/2019
  Livorno. Il giovane Roberto (Christophe Bouquin, alla sua prima e ultima interpretazione) entra da cadetto all’Accademia Navale, con il dramma-fardello di un fratello appassionato di mare scomparso anni prima alla vigilia di una regata: una sciagura di cui continua a ritenersi corresponsabile. In terra labronica intreccia una relazione complicata con Claudia, fidanzata da un lustro (ma in piena crisi) con il guardiamarina Paolo (Jonathan Horn, alla sua prima e penultima interpretazione: la seconda sarà una particina nell’ultimo film di Bido, il cultissimo Blue Tornado [1991]). Questi dapprima cerca di piazzarlo a un’amica neosingle e poi, una volta preso atto dell’infatuazione [...]
Tratto da Antonio Bido n 11/2019

Best seller

Autobiografia involontaria
Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti [...]

Articoli più letti