Woodstock. Tre giorni diventati leggenda

Woodstock. Tre giorni diventati leggenda

Joel Makower
2019, pp. 620 Traduzione di: Annabella Caminiti

Nel 1969, quattro ragazzi – due imprenditori in erba che volevano scrivere sitcom, il proprietario di un head shop nonché manager di una rock band e un produttore discografico che fumava hashish nel suo ufficio – condividevano un sogno: dar vita al più grande concerto rock mai realizzato. Nessuno di loro immaginava che quel sogno sarebbe un giorno diventato una realtà straordinaria. Questo libro racconta la storia affascinante del festival che ha scosso il mondo e ritratto una generazione – i preparativi, il fallimento sfiorato, il suo trionfo –, un’opera unica, perché narrata esclusivamente dalle voci di coloro che lo hanno reso possibile. Tra queste pagine troverete le avventure e le disavventure di un gruppo di uomini d’affari e di bohémien, di hippie, di mendicanti, di tuttofare e di attaccabrighe, che nell’agosto di un anno magico si sono ritrovati insieme con lo scopo di radunare una generazione per un glorioso e selvaggio weekend. Un cangiante mosaico che coniuga storie di vita vissuta, ricordi e testimonianze dirette di artisti e altre figure come David Crosby, Abbie Hoffman, Joe Cocker, Richie Havens, Wavy Gravy, Paul Kantner (Jefferson Airplane), Chip Monck e molti altri.
Questa speciale edizione, pensata per il cinquantesimo anniversario del festival, è corredata da un imponente apparato iconografico composto da un centinaio di foto originali.

Cartaceo
ISBN: 9788882484194
€ 26

Testi affini

Io non sono leggenda
«Amante dell’Insolito e Scriba dei Miracoli» (come recitava il suo biglietto da visita), Jacques Bergier è un personaggio leggendario. Alcuni, [...]

Best seller

Autobiografia involontaria
Maurizio Nichetti è famoso come regista di Ratataplan, Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare, che sono stati visti [...]

Articoli più letti